L’evoluzione dell’informatica ha radicalmente modificato l’approccio che il cliente ha con essa. Agli inizi si trattava di concetti semplici: inserimento di testi o di dati in schede predefinite, avviare programmi semplici di calcolo o pilotare meccanismi automatizzati con qualche comando dedicato agli addetti del settore.

Oggi non è più così. L’informatica è stata introdotta in ogni campo: oltre che nel lavoro, ha invaso la telefonia, l'intrattenimento e la vita domestica creando addirittura una nuova scienza chiamata domotica. Questo però ha creato non pochi problemi a coloro che non hanno mai avuto a che fare con tutto questo. Concetti come ad esempio "salvare" i dati, organizzarli in mezzi di memorizzazione diversi, ricercarli, possono apparire semplici per alcuni, ma non per tutti.

Spiegare quanto tempo ci vuole a ripristinare un computer infetto da virus e quali sono i comportamenti da seguire per preservarne le funzionalità, è - ad esempio - un obbligo etico che si ha nei confronti del cliente.
  Fornire un accessorio per computer non è tutto: non reputo corretto dire al cliente "non si preoccupi, l’installazione è semplice, può farlo tranquillamente da solo". Il cliente non và mai lasciato solo!

Appena poco tempo fa avrei detto “un computer non è mica una TV”, ma oggi anche per una televisione va spiegato il funzionamento: provate a far capire ai vostri nonni la TV digitale terrestre e perché ora hanno due telecomandi per vedere quello che vedevano prima!

L’esperienza è qualcosa che va oltre i libri. Conoscenze fresche e aggiornate, permettono una formazione competitiva nel mondo del lavoro. È indirizzata sia ai giovani, sia a coloro che per necessità debbono aumentare le proprie capacità.

Oltre all’aiuto e all’insegnamento specifico delle soluzioni proposte, docenze e tutoraggi in strutture accreditate alla formazione professionale (con enti regionali e comunitari) sono già state una realtà.

È la formazione la vera novità qui offerta: chiara, competente ed esaustiva.